Carmine Monaco d’Ambrosìa

Nasce come attore di prosa ed intraprende lo studio del canto con Paolo Silveri e Giuseppe Taddei. Inizia la carriera di bass/bariton debuttando al Lirico di Cagliari quale Robinson nel Matrimonio Segreto di Cimarosa. Da allora ha affrontato, sempre in ruoli principali, un vasto repertorio che è andato dal 700, con opere di Traetta (Cavaliere errante ) , Haydn (Il Mondo della luna), Mozart (Leporello in Don Giovanni e Bartolo nelle Nozze di Figaro), Pergolesi (Livietta e Tracollo), a Rossini (Bartolo in Barbiere e Gaudenzio nel “Bruschino”), fino al Donizetti buffo, (Don Pasquale, Elisir d’Amore, il Campanello). Primo esecutore moderno di opere della grande tradizione musicale napoletana, come il Don Checco di de Giosa, cantato a Bari, nel ruolo di Don Checco, nel 2014, ed I due Figaro, di Michele Carafa, cantata al Festival di Wildbad nel 2008. Contemporaneamente ha curato la naturale evoluzione della sua vocalità arrivando ad interpretare Ping nella Turandot, Amonasro nell’Aida, Sharpless nella Madama Butterfly. Grande interesse suscitano le sue recenti interpretazioni di Scarpia in Tosca, cantata con la direzione di Alberto Veronesi, e di Gianni Schicchi di Puccini. Ha partecipato anche a messe in scena di opere non di grande repertorio, cantando il ruolo di Frank nell’Edgar di Puccini, di “Don Inigo” nell’Heure Espagnole di Ravel, di Lindorf, Miracle, Dappertutto e Coppelius ne “Les contes d’Hoffmann di Offenbach, del dottor Graziano nelle Maschere di Mascagni, di Gernot ne Die Feen di Wagner, di Theseus nel “Sogno di una notte di mezza estate” di Britten, di Peppe nella “Napoli Milionaria” di N. Rota, de l’Imperatore della Cina, nel Rossignol di Stravinsky, e di Demogorgone ne La donna Serpente di Casella, con la direzione di Fabio Luisi . A proposito di Mascagni, ha debuttato il ruolo di Alfio nella Cavalleria Rusticana a Livorno, riprendendolo, poi, insieme a quello di Tonio nei Pagliacci, è stato Kyoto nell’Iris nella ripresa dell’opera (2018) presso il Goldoni di Livorno. Ultimamente ha rivestito con successo i panni dell’oste Bartolaccio nel Don Checco di Nicola de Giosa per la stagione 2017/18 del Teatro San Carlo di Napoli e quello di Ping nella Turandot di Puccini al Teatro Claudio Abbado di Ferrara, con la regia di Pizzi/Contarini ed a Bergen, in Norvegia, con la regia di Anthony Pilavachi e la direzione di Anne Randine-Verby.

Particolarmente portato per i ruoli dove occorre un cantante/attore, è stato un applaudito Mirko Zeta nella Vedova allegra di Lehar nei Teatri di Pisa, Lucca e Livorno, con la regia di Maurizio Sparvoli, Geronte di Ravoir nella Manon Lescaut di Puccini, Don Antonio Petruzzelli ne “La bottega dei sogni” di Angelo Inglese, Paolo Albiani nel Simon Boccanegra di Verdi, …… I ruoli citati, ed altri ancora, li ha cantati in prestigiosi Teatri italiani (Regio di Torino, Carlo Felice di Genova, Lirico di Cagliari, Festival di Martina Franca, Petruzzelli di Bari, Festival Puccini, Ravenna, Ferrara, Messina, Trieste, Livorno, Pisa, Salerno, etc.) e stranieri (Quito, Spalato, Art Center di Seoul, Opera di Sapporo, Festival Rossini in Wildbad, Opera de Reims, Opera di Skopje, Opera di Minsk, Opera di Zagreb,Opera Bastille, etc…). Ha avuto l’onore di essere guidato da prestigiosi registi (Arturo Cirillo, Beppe de Tommasi, Lidsay Kemp, Ugo Gregoretti, Beni Montresor, Filippo Crivelli, Lorenzo Amato, Franca Valeri, Petar Selem, Francesco Esposito…. ), e da direttori di fama internazionale (Bruno Aprea, Maurizio Arena, Fabio Luisi, Gianna Fratta, Bruno Bartoletti, Hubert Soudant, Lu Jia, Elisabetta Maschio, Ivan Ciampa, Corrado Rovaris..). Svolge intensa attività concertistica dedicandosi alla riscoperta della liederistica dei grandi autori italiani (Respighi, Denza, Zandonai) e francesi (Satie, Lamotte, Debussy).

Ha inciso CD e DVD per diverse case discografiche: Carafa: I due Figaro – ruolo Figaro. Regia S. Vizioli. Edizione Bongiovanni DVD Ricci: Crispino e la Comare – ruolo Asdrubale. Regia A. Talevi. Direzione J. Bignamini. (Dynamic) DVD Casella: La donna serpente – ruolo Demogorgone. Regia A. Cirillo. Direzione F. Luisi. (Bongiovanni) DVD Rota: Napoli Milionaria – ruolo Peppe o’ crick. Regia A. Cirillo. Direzione G. Grazioli. (Bongiovanni) DVD De Giosa: Don Checco – ruolo Bartolaccio. Regia L. Amato. Direzione M. Beltrami. (Dynamic) CD

Ultimo pubblicazione: Mascagni: Iris – ruolo Kyoto. Regia Y. Hoshide. Direzione D. Agiman, (Bongiovanni) DVD – 2019

Ha preso parte a trasmissioni televisive sul canale Sky/Arte, in una monografia dedicata a Pergolesi. Nel 2012 ha ricevuto il premio internazionale Domenico Cimarosa come artista del Mondo, insieme a Roberto de Simone ed Alberto Zedda.

Ideatore del Festival Circe Arte, svoltosi a San Felice Circeo tra il 2006 ed il 2009, dove furono coinvolti artisti del calibro di Katia Ricciarelli, Ugo Gregoretti, Liliana de Curtis, Nicola Martinucci e Jean Michout, dal 2020 è direttore artistico del “Festival JommelliCimarosa di Aversa.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *